Il dolore dopo l'anestesia

Dottore al termine dell'intervento chirurgico, dopo il risveglio dell'anestesia, avrò dolore?

Risponde il Dr Alberto Albertoni, Primario anestesista c/o Ospedale di Alzano Lombardo

Terminato l'intervento, la paziente si risveglia dall'anestesia, ma già prima del risveglio vengono somministrati analgesici, in modo che la percezione del dolore sia, se non completamente abolita, quantomeno fortemente attenuata.

Nelle ore seguenti, così come nei giorni post-operatori successivi, gli analgesici (antidolorifici) vengono somministrati ad orari fissi, in modo da mantenere la paziente libera dal dolore.

Fra i controlli che verranno effettuati dal personale al letto della paziente, è compreso anche il monitoraggio del dolore: verrà chiesto al paziente dove, in una scala da 0 a 10, collocherebbe il proprio dolore percepito, considerando 0 il pieno benessere e 10 il massimo dolore che si possa avvertire.

Questo orienterà i medici a correggere ed eventualmente potenziare la terapia analgesica.

Molto raramente si presentano situazioni in cui i farmaci somministrati si dimostrano poco efficaci, ma se ciò accade non bisogna esitare a contattare il personale infermieristico o medico: le cause del dolore verranno verificate e meglio circostanziate, e la terapia ricalibrata fino al controllo ottimale del dolore.