Primo intervento in Italia con matrice a rete di collagene

Nel marzo 2018 nell’Ospedale di Seriate è stato effettuato, dall’équipe di chirurghi senologi dell’A.S.S.T. Bergamo Est diretta dal Dr Domenico Gerbasi, per la prima volta in Italia ed in contemporanea con un altro prestigioso Policlinico di Roma, un intervento su una donna con carcinoma mammario infiltrante che ha previsto la mastectomia con risparmio e conservazione del complesso areola-capezzolo con accesso periareolare superiore, biopsia radioguidata del linfonodo sentinella ascellare dalla stessa incisione, ricostruzione immediata con impianto pre-pettorale di protesi mammaria definitiva, simmetrizzazione con la mammella controlaterale, utilizzando una innovativa matrice acellulare di collagene di derivazione cutanea fetale bovina.

L'intervento, della durata complessiva di circa 3 ore, ha la particolarità di essere contemporaneamente curativo in senso oncologico mediante la completa asportazione della mammella contente il tumore oltre che la corretta stadiazione linfonodale e anche ricostruttivo definitivo, in quanto non necessita di ulteriori futuri interventi di impianto protesico. Inoltre, l'utilizzo di questa innovativa matrice a rete di collagene di derivazione bovina fetale, ricoprendo la protesi, ne ha permesso l'impianto in sicurezza, non più in sede sottomuscolare come si fa routinariamente, ma in sede pre-pettorale, cioè ad occupare esattamente il posto della mammella appena asportata con un approccio, quindi, più naturale e meno aggressivo. Il vantaggio di questo impianto, che dunque rispetta maggiormente la naturale anatomia, si è poi tradotto in un decorso postoperatorio molto favorevole, che ha richiesto una minima dose di antidolorifico solo in prima giornata post-operatoria e una dimissione precoce senza alcuna complicanza, con una grande soddisfazione per la paziente. Si aggiunge così un altro tassello importantissimo al ventaglio delle moderne cure oggi offerte alle pazienti che si rivolgono con fiducia alla Breast Unit dell'A.S.S.T. Bergamo-Est di Seriate per il tumore mammario che, ricordiamo, nella sola provincia di Bergamo, conta circa 900 nuovi casi l'anno. Si stima che in Italia ogni anno ci siano circa 50.000 nuovi casi di carcinomi della mammella femminile e 1 milione settecentomila/anno nel mondo. Il trend di incidenza, cioè di comparsa di nuovi casi del tumore della mammella in Italia, appare stabile mentre continua a calare, in maniera significativa, la mortalità (-1,3% per anno), grazie alla diagnosi precoce e anche alla presa in carico a 360° della donna affetta da tumore da parte delle équipe di specialisti delle Breast Unit che garantiscono terapie mirate personalizzate e molto efficaci.

link:

- dirittodicronaca.it

- meteoweb.eu

- corriere della calabria

- stretto web

- cn24

- cosenza 2.0